Maltempo frane e strade chiuse: in val di Fassa già 100 evacuati

di Claudio Del Frate

Rapido mutamento delle condizioni meteo dopo mesi senza piogge. Chiusa in alcuni tratti la statale della Val Badia. Lo smottamento ha danneggiato sei abitazioni, vigili del fuoco in azione

In poche ore dall’allarme caldo e siccità ai danni del maltempo. Preannunciati dai bollettini meteo hanno cominciato a comparire in serata violenti temporali su alcune zone d’Italia, in particolare al Nord. Il brusco passaggio da temperature vicine ai 40 gradi (a con alle spalle mesi di siccità) alle piogge violente non è stato privo di conseguenze.

A farne le spese alcuni comuni dell’Alto Adige . Momenti di paura si sono vissuti in Val di Fleres, l’ultima valle d’Italia prima del confine italo-austriaco del Brennero, dove una colata di fango alta due metri provocata da un violento temporale è arrivata fino al villaggio di Sant’Antonio. Sei case sono state danneggiate, tre in modo grave (locale caldaia e cantine allagate) ed una è stata evacuata. In queste ore sono oltre 40 i corpi dei vigili del fuoco volontari impegnati in numerosi interventi. I vigili del fuoco comunicano che al momento nelle varie frane ed alluvioni non sono coinvolte persone.

Sempre in Alto Adige in val d’Anterselva un torrente si è talmente ingrossato da creare uno smottamento imponendo la chiusura del passo Stalle tra Italia e Austria attraverso la valle. In Val Pusteria, nella zona di Valdaora una località è rimasta isolata. Numerosi gli interventi dei vigili del fuoco in Val Pusteria ed Alta Val d’Isarco. Chiusa la strada statale 244 della Val Badia tra San Martino in Badia e La Valle, chiusa anche la provinciale 43 tra San Vigilio di Marebbe e Valdaora.

Nelle ore successive le precipitazioni si sono spostate più a sud, anche in questo caso provocando danni. In Trentino, dove è stata diramata una allerta gialla dalla Protezione civile, una bomba d’acqua si è scatenata sulla valle di Fassa, provocando allagamenti in alberghi e case private a Mazzin, Pera, Vigo, Pozza, e altri paesi della zona. Sono esondati alcuni corsi d’acqua, già un centinaio le persone evacuate che trascorreranno la notte in palestre o centri della Protezione Civile.

Vigili del fuoco in azione anche in Valle d’Aosta: a Courmayeur una frana ha interessato la strada che porta alla Val Ferret, ai piedi del massiccio del Monte Bianco, in una zona già soggetta a forte rischio idrogeologico. La strada é completamente ostruita ed é stato attivato l’elisoccorso per evacuare 4 persone che sono rimaste intrappolate tra due lingue della frana.

5 agosto 2022 (modifica il 5 agosto 2022 | 23:10)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Read More

Lascia un commento

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: