Mattarella in visita ufficiale in Mozambico e Zambia: tra i dossier anche il gas

Il viaggio

La visita a Maputo avviene ad oltre trent’anni di distanza da quella compiuta dal Presidente Cossiga nel 1989

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella (foto Ansa)

3′ di lettura

Pace, stabilità, cooperazione economica e culturale, ma anche intese sul tema urgente dell’energia e, non ultimo in ordine di importanza, impegno sul fronte alimentare contro fame e carestie. Saranno questi i temi al centro della missione africana del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che sarà in visita di Stato nella Repubblica del Mozambico dal 4 al 6 luglio, quindi in visita ufficiale in Zambia, per far e ritorno a Roma l’8 luglio.

La missione del Capo dello Stato

La missione che il Capo dello Stato si appresta a compiere si inserisce in un quadro di rapporti bilaterali eccellenti, come confermato dall’alta frequenza di scambi a livello politico prima della pandemia e dalla riconoscenza delle autorità mozambicane per la concreta solidarietà dimostrata dall’Italia all’indomani delle devastazioni causate nel 2019 dal passaggio dei cicloni Idai e Kenneth nelle regioni centro-settentrionali. Il Presidente Mattarella incontrerà i vertici istituzionali della Repubblica del Mozambico e visiterà il centro Dream, gestito dalla Comunità di sant’Egidio nel quartiere periferico di Zimpeto, che rappresenta una delle testimonianze di maggior successo dell’impegno della società civile italiane per migliorare le condizioni delle fasce più fragili della popolazione mozambicana.

Martedì 5 luglio l’incontro con il presidente Filipe Jacinto Nyusi

Il primo appuntamento in programma è martedì mattina, 5 luglio, al Palazzo della Presidenza della Repubblica. Ad accogliere Mattarella sarà il Presidente, Filipe Jacinto Nyusi. Quindi, prima del faccia a faccia e dei colloqui tra le delegazioni, gli inni nazionali e gli onori militari. A seguire la Cerimonia di firma dell’Accordo Triennale di Cooperazione allo Sviluppo alla presenza dei due Capi di Stato. Più tardi Il Presidente si recherà a rendere omaggio al Monumento agli Eroi Mozambican. In serata al Palazzo di Ponta Vermelha pranzo di Stato offerto dal Presidente della Repubblica del Mozambico. All’indomani, mercoledì 6 luglio Mattarella farà visita all’Assemblea della Repubblica. Alle 11, visita al Centro Dream di Zimpeto della Comunità di Sant’Egidio. Quindi visita alla Cattedrale. In serata, prima del trasferimento a Lusaka, si terrà un incontro con una rappresentanza della collettività italiana. Giovedì 7 luglio la visita di Stato in Zambia si apre alle 10, al Palazzo Presidenziale dove ad accogliere il capo dello Stato sarà il Presidente della Repubblica, Hakinde Hichilema. Anche qui colloqui dei due presidenti e quelli allargati alle delegazioni ufficiali. Più tardi Mattarella andrà alla Scuola Italiana di Lusaka. A seguire un saluto agli studenti. Quindi l’incontro con una rappresentanza della collettività italiana presente in Zambia e alle 13, al Palazzo Presidenziale, una colazione offerta dal Presidente della Repubblica dello Zambia. Nel pomeriggio visita all’ Assemblea Parlamentare dove il Presidente terrà una prolusione. Infine, nel Museo Nazionale di Lusaka, visita congiunta dei due Presidenti della mostra organizzata dall’Ambasciata d’Italia dal titolo “Costruire un ponte d’Arte tra Italia e Zambia”.

Dall’Eni al Nuovo Pignone, le aziende italiane presenti in Mozambico

Una visita, quella a Maputo, che avviene ad oltre trent’anni di distanza da quella compiuta dal Presidente Cossiga nel 1989. Lo scorso anno il Mozambico è risultato il terzo Paese di provenienza delle importazioni italiane in Africa sub-sahariana. Nel Paese, oltre a Eni, sono presenti diverse aziende italiane tra cui Saipem, CMC, Bonatti e Nuovo Pignone. Il Presidente mozambicano Felipe Jacinto Nyusi aveva invitato il Mattarella in occasione della sua visita ufficiale in Italia del luglio 2019. Inizialmente prevista nel marzo 2020, la visita è stata poi annullata poco prima del suo svolgimento a causa del diffondersi della pandemia da Covid-19.

Partner storico dell’Italia in Africa australe

Vasto oltre due volte e mezzo l’Italia e con una popolazione di circa 30 milioni di abitanti, il Mozambico rappresenta un partner storico del nostro Paese in Africa australe. Il ruolo primario assunto dall’Italia in Mozambico è stato suggellato nel 1992 con la firma a Roma degli accordi di Pace – di cui il prossimo 4 ottobre si celebrerà la ricorrenza del trentennale – raggiunti con la mediazione del Governo e della Comunità di Sant’Egidio che posero fine alla ultradecennale guerra civile fra il Fronte di Liberazione del Mozambico e la Resistenza Nazionale Mozambicana.

Read More

Lascia un commento

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: